Cos'è una psicoterapia analitica

L'analisi, rendendo cosciente l'inconscio personale,

rivela all'individuo cose che egli di regola già conosceva negli altri,

ma non in se stesso.

(Carl Gustav Jung)

Cos'è una psicoterapia analitica?

 

La psicoterapia può avere diversi orientamenti. Quella ad indirizzo psicoanalitico (che personalmente utilizzo) si fonda sull'idea che ci siano degli aspetti che non ci sono noti (e quindi inconsci) ma che esercitano un'influenza significativa e decisiva sulle nostre scelte, su quello che proviamo, su quello che desideriamo. Tali aspetti possono diventare consapevoli fondamentalmente tramite la comprensione delle proprie emozioni, dei propri vissuti, delle proprie reazioni e delle nostre relazioni interpersonali.

 

Una delle vie più importanti per raggiungere i nostri contenuti inconsci sono i sogni. Secondo Freud, nella dinamica del sogno, un desiderio che per il suo contenuto spiacevole è stato escluso dalla coscienza, viene elaborato dall’inconscio il quale, tramite la condensazione, lo spostamento e la rappresentazione simbolica, genera l’immagine onirica quale espressione camuffata di impulsi rimossi e censurati. È evidente che questo lavoro avviene esclusivamente all’interno dell’individuo e non si propone altro se non di risparmiare il dispiacere che altrimenti deriverebbe dal riconoscere desideri o bisogni condannati i quali, se irrompessero nella coscienza abbattendo le barriere della censura, potrebbero oltretutto causare l’interruzione del sonno stesso (“il sogno è il guardiano del sonno”). Il sogno così creato è una metafora del concetto elaborato dal sognatore, cioè è la rappresentazione del concetto stesso attraverso immagini che hanno con il sogno un rapporto di intuitiva analogia. Il significato del sogno non sta, quindi, nel senso letterale delle immagini ma nel loro valore metaforico.

 

Attraverso la competenza dello psicoterapeuta e con il suo aiuto, possiamo individuare collegamenti che prima ci sfuggivano, impedendoci di capire determinati aspetti di noi stessi e delle nostre relazioni con gli altri. Si tratta pertanto di un percorso di ricerca e costruzione di senso.

Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.

(Lao Tse)

 

E' una follia odiare tutte le rose del mondo perchè una spina ti ha punto,

abbandonare tutti i sogni perchè uno di loro non si è realizzato,

rinunciare a tutti i tentativi perchè uno è fallito.

E' una follia condannare tutte le amicizie perchè una ti ha tradito,

non credere in nessun amore solo perchè uno di loro è stato infedele,

buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perchè qualcosa non è andato per il verso giusto.

Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza.

Per ogni fine c'è un nuovo inizio.

(Antoine De Saint-Exupèry)